Eurocertificazione.it e la certificazione delle competenze


La strategia Europa 2020 pone lo sviluppo di conoscenze, capacità e competenze quale premessa per la crescita economica e dell’occupazione al fine di migliorare l’ingresso e la progressione nel mercato del lavoro, facilitare le transizioni tra le fasi lavorative e di apprendimento, promuovere la mobilità geografica e professionale.
In tale prospettiva si afferma l’esigenza di costruire un sistema di riconoscimento, validazione e certificazione delle competenze che permetta all’individuo di poter valorizzare e spendere le proprie competenze acquisite in un determinato contesto geografico, nel mercato europeo del lavoro e nei sistemi di istruzione e formazione.
Il sistema nazionale di certificazione delle competenze è previsto dall’art. 4 (co. 58) della legge 92 del 2012 che delega il governo alla definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni per l’individuazione e validazione degli apprendimenti acquisiti in contesti non formali e informali, con riferimento al sistema nazionale di certificazione delle competenze e ne stabilisce i criteri e principi direttivi. I successivi co. 64-68 dello stesso articolo disegnano il sistema pubblico nazionale di certificazione delle competenze, mentre, il decreto legislativo n. 13 del 16.1.2013 ne disciplina l’attuazione.
Il d.lgs. 13/2013 costituisce quindi il “tassello” fondamentale per valorizzare il diritto delle persone all’apprendimento permanente, in un’ottica personale, sociale e occupazionale. Il decreto si articola in due linee di intervento prioritarie:

a) la costituzione del repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali;

b) la definizione degli standard minimi del servizio del sistema nazionale di certificazione delle competenze (di processo, di attestazione, di sistema)


La piattaforma Eurocertificazione.it nasce per valorizzare servizi di certificazione di competenze, coerentemente con la Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea sulla validazione dell’apprendimento non formale e informale del 2012.

La possibilità di un adeguato e formale riconoscimento degli apprendimenti maturati nel corso della vita (lifelong learning) è un diritto riconosciuto a tutti i cittadini europei: il Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF) è il sistema di riferimento condiviso da tutti i paesi dell’Europa ed è per questa ragione che parliamo di eurocertificazione delle competenze.

La piattaforma, oltre alle informazioni sulla tematica delle competenze, offre strumenti operativi e metodologici per utenti, certificatori e istituzioni, garantendo soluzioni gestionali innovative e mirate alla massima semplificazione delle procedure per tutti gli attori coinvolti.